lunedì, marzo 12, 2007

Bretzel



















Per questa ricetta dobbiamo ringraziare Tulip...
In un suo post dello scorso anno avevo letto ( e stampato) la ricetta dei bretzel.. mi ero ripromessa di prepararli a casa ma fino a qualche giorno fa me ne ero dimenticata...
Poi le foto del nostro viaggio a new york di ottobre ,

New york city:Grand Hyatt Hotel

gli amici americani

My Friend TERRY HUGHES!

e il ricordo di qualche assaggio sul posto,

N.Y.C. Street Food!!

me li hanno fatti tornare in mente!!! ;-)

Nelle strade di N.Y.C. trovate banchetti di street food, pieni zeppi di bretzel,bagel al formaggio e hot dog !! Niente a che vedere con gli hot/plasticosi che si trovano qui.. :)
E così mi sono messa al lavoro... ;)
Bretzel per tutti...in ricordo del meraviglioso viaggio nella grande mela..

farina grammi 500 (250 manitoba - 250 0) mulino marino
lievito di birra fresco 25 grammi
sale 1 cucchiaino
zucchero 1 cucchiaino
acqua tiepida 180 ml circa
burro 80 grammi
bicarbonato 100 grammi
sale di guerande (o grosso) q.b.

Sciogliete il lievito nell'acqua tiepida.
A parte fate fondere il burro..mettete la farina setacciata nel recipiente del robot ( gancio k)..oppure in una ciotola molto capiente e, fatta la fontana, versate dentro tutti gli ingredienti..impastate per circa 10 minuti.
Fate una palla ,ungetela leggermente e lasciate lievitare in una ciotola di terracotta coperta con un ponno umido per 2 ore circa.
Riprendete l'impasto e lavoratelo per un paio di minuti,tagliate circa 12 striscie e formate dei cilindretti simili a grissini.















Rimetteteli a lievitare per un'altra ora circa.
Portate 3 litri d'acqua a bollore e aggiungete il bicarbonato poco alla volta..evitando di ustionarvi con l'acqua bollente...















Immergete i panini nell'acqua uno alla volta per circa 30 secondi.
Man mano che li togliete dall'acqua,disponeteli sulla placca del forno ricoperta di carta forno, spennelateli con il tuorlo dell'uovo e prima di infornare cospargeteli di sale grosso.
Cuocete in forno preriscaldato a 220° per 20 minuti.
Sfornare e degustare caldi... anche freddi sono buonissimi!!
















Note:
Nei secoli ne ha cambiate tante, ma la forma di oggi richiama le braccia incrociate in preghiera.

Anche la ricetta dei bretzel, nel tempo, subì varie modifiche , negli ingredienti,nella rifinitura e cottura.. per arrivare ai giorni nostri a un modello quasi definitivo... va da se che ogni massaia ed ogni fornaio hanno la propria, con tanto di ingrediente segreto!! (la prossima volta anche io proverò a variare alcune cose).

A partire dalla prima metà dell’ ‘800 , prima della cottura nel forno,i bretzel si immergevano uno alla volta- utilizzando una pinza- in una soluzione a freddo dal 3 al 5% max. di Idrossido di Sodio , una pratica ancora in uso in Germania, soprattutto presso i fornai;in casa viene utilizzato il bicarbonato, come da ricetta.

Etichette: , , ,

20 Comments:

Blogger Giovanna said...

sempre interessantoi i tuoi post, questo mi ricorda un antico dolce (nell'impasto si mettono sei semi di finocchio)che oggi in sicilia non si fa quasi più , ma devo trovare la ricetta

9:07 AM  
Blogger Giovanna said...

non "sei" ma "dei", scusate

9:08 AM  
Blogger tirebouchon said...

I love bretzel...scusa Sandra non puoi aprire un chiosco qui a Cavoretto, cibo da strada di alta qualità...
In quale ristorante di New York siete nella foto in cui si vede il mitico Terry di Mondosapore?

9:18 AM  
Blogger flo said...

buongiorno gourmet!!!
hai postato due cose che adoro ... i bretzel( di cui me ne faccio sempre una scorpacciata quando andiamo dalla nonna in Alto Adige!!!) e New York, che non ho ancora mai visto,ma... e' uno dei miei (grandi)viaggi nascosti nel cassetto! :-)

buona giornata.---flo

10:36 AM  
Blogger Gloricetta said...

Ah, caspita questi li devo proprio fare alla mia cognatina tedesca.La nostalgia per bretzel e dolci prodotti nelle sue zone è sempre in aguato.

12:16 PM  
Blogger cat said...

bellissimi! non sapevo che fossero così comuni a ny, hai fatto felice i miei piccoli mostri, ne ingurgitano a kilate, e non ho mai provato a realizzarli, ma adesso non ho più scuse (nella mia ricetta c'è anche qualche cucchiaiata di malto, qui da noi si chiamano prez'n, pfiati cat

1:37 PM  
Blogger Elisa said...

Non credevo che i bretzel si trovassero pure in USA, ma magari gli ammericani diranno che li hanno inventati loro :))

Bravissima, come al solito, oramai la cerchia dei blog che leggo e` ristretta a 4/5 e tu non manchi mai. Un bacione.

1:50 PM  
Anonymous frank said...

Ma davvero ci va il burro, nei bretzel?
Non c'è una versione senza?

1:57 PM  
Blogger Gourmet said...

BUongiorno a tutti!!
Andiamo per ordine... :)
Giovanna..Nella versione di Tulip c'erano dei semi di cumino, ma ho preferito tralasciare e modificare leggermente la ricetta.. Proveremo anche con il finocchio!
Tirebouchon.. perchè no!!?? Pensa tu alla location, che io porto lo street food..Il ristorante è un thai, molto carino e di ottima qualità, conosciuto da Uncle terry! :)
Flo, grazie !! Anche le adoro.. N.Y. e Pretzel ( che qualcuno qs mattina mi ha già cazziato più volte... ;-)
Glò.. cognatina tedesca??? Riesci a carpire qualche dolce segreto??? :)
Cat.. mi stupisco di te!!! Non li avevi mai fatti??? ;-DDDD Attento. appena fatti sono terribilmente buoni!!! Finiranno subito!! :)
Elisa.. Eh eh eh... :)
Anche a NY ne mangiano, eccome... :) e pure i bagel non scherzano.. sarà la mia prossima cavia!! besos
Frank!! Ebbene si, nella versione originale ( pare )ci sia il burro.. ma puoi provare a sostituire con grammi 56 d'olio..( sempre il 30% in meno della dose di burro) la prossima proverò a farla con l'olio!!

2:12 PM  
Anonymous LaFrancese said...

uhmm... interessanti! ma a me oggi è venuta una strana voglia si muffin... arrivo sempre fuori tempo che ci posso fare!

2:37 PM  
Anonymous Orchidea said...

Io li ho assaggiati in Svizzera, erano belli scuri e morbidissimi, ripieni di speck e burro... buonissimi. Anche i tuoi sono il tipo morbido vero?
Li proverò.
Ciao.

3:32 PM  
Blogger Gourmet said...

LA francese!!! E che ci possiamo fare??? ;) Niente!!! Gustati i muffin e domani pretzel!! Ma allora venite a cena il 27???
Orchidea... che goloso ripieno!!! La prossima volta li preparo un pò più grandi e..gnam!!Anche questi sono del tipo morbido, crosticina appena accennata! Aspetto le tue impressioni!!;)

4:50 PM  
Blogger Mamina said...

Sono tanto belli che ne le voglio subito!
Ma peccato, dovrebbe aspettare un po per farli.

5:12 PM  
Blogger Papilles et Pupilles said...

Wonderful bretzels !

6:48 PM  
Blogger lili63 said...

j'adore New York .
J'ai deja essayé de faire des bagels , ils etaient pitoyables .
Les tiens sont sublimes .
Bravo !

7:04 PM  
Anonymous Red Chef said...

Sto aspettando la ricetta dei TUOI spaetzel, non quelli dell'etichetta, sempre sperando che sia arrivata.

8:50 PM  
Blogger Gloricetta said...

Dalla cognata tedesca, aimè, non ho gran che da carpire. Però ho collaudato una ricetta di biscotti deliziosi, i vanilleknipfelln o goù di lì. Sono delle piccole mezzelune di pastafrolla alle mandorle cotte e poi rotolate nello zucchero a velo vanigliato. A Natale ne produciamo in quantità. Appena posso li preparo e lancio unpost. Glò

12:01 AM  
Anonymous TOlove said...

Mia moglie ha una passione smisurata per i pretzel... nella versione tedesca però...

8:31 PM  
Anonymous mickymath said...

ils sont vraiment magnifiques tes buiscuits!! biiises micky

11:47 PM  
Blogger Tulip said...

non avevo dubbi che ti sarebbero venuti benissimo!!
baci!

3:45 PM  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home

  • © Untoccodizenzero:chi è interessato a riprodurre testi o foto da questo sito è pregato di chiedere esplicita autorizzazione scritta all'autrice,Sandra Salerno
  • Page copy protected against web site content infringement by Copyscape