giovedì, luglio 19, 2007

Ricette per Palatifini:Testarolo & pesto























Ci sono alcuni prodotti che ci affascinano dal primo momento in cui posiamo gli occhi su di loro...
Per me è stato così con il testarolo! Piatto tipico della tradizione contadina della Lunigiana,a vederlo pare un enorme frisbee.. di un bel colore marrone chiaro..Scherzi a parte assomiglia molto ad una crepes ed ha il tipico odore del pane..e del pane ha lo stesso l'impasto (farina,acqua tiepida e sale,senza lievito).
Il testarolo viene cotto su testi di ghisa o ferro.. Il testo un tempo era realizzato in argilla, formato da un disco (parte inferiore) nel quale veniva versato l'impasto, e da un coperchio di forma conica.. I testi potevano essere scaldati anche nei camini, sotto le braci.

Il mio era qualche giorno che mi fissava sconsolato dalla dispensa chiedendomi di essere divorato! E così in una calda sera d'estate decisi di eliminare il mio testarolo dalla dispensa! Zac... :)
Ricetta classica per il condimento... un buonissimo pesto genovese doc!









tipica cottura nei testi

testarolo una confezione
pesto q.b.
pecorino grattuggiato q.b.

preparate una pentola capiente con acqua.. portate a bollore e aggiungete il sale...a questo punto togliete dal fuoco e buttatevi il testarolo tagliato a losanghine, facendolo cuocere per 2/3 minuti al massimo (non di più perchè si ammolla facilmente).. scolatelo con una shiumarola facendo attenzione a non romperlo!
condite con il pesto,una bella grattata di pecorino e degustate..

nota:se qualcuno di voi fosse dalle parti di Sarzana dal 1°al 31 di agosto, si terrà la Sagra del Testarolo ( e non solo)..una rassegna sulla cucina tipica sarzanese e lunigianese con Testaroli e Panigacci,al pesto ,ai funghi e per finire olio e pecorino!
se necessitate di qualche info in più potrete contattare:
Bistrot-Caffè Ristorante al numero 0187/621077
mail:bistrot@luna.it

Etichette: , ,

16 Comments:

Blogger k said...

Che buono il testarolo al pesto! Mi fai venire in mente che è un po' che non lo mangio... e che è da troppo tempo che devo andarmi a fare un giro in via Galata a vedere il nuovo negozio di quelli di palatifini...si chiama EVO ed è tutto su olio, olive, pasta e cndimenti!
ti dirò...
baci

9:08 AM  
Blogger Gourmet said...

:-)
Eccola la K... sempre in pole position!! Buonissimo con il pesto vero?
Devo tornare a Genova! Manco da Slow Fish.. ricordi? ;o)
bacioni

9:12 AM  
Blogger Alex e Mari said...

Sandra, mi stai facendo conoscere un sacco di cose che non conoscevo, grazie!! Adoro tutto ciò che è semplice e tradizionale. 33 gradi anche a Karlsruhe, cara! Baciotti, Alex

9:28 AM  
Blogger val said...

Cara Gourmet, purtroppo non l'ho mai assaggiato...ma sembra talmente delizioso che mi darò da fare per rimediare! ;-)
Un abbraccio

11:34 AM  
Blogger Gourmet said...

Alex.. guarda il testarolo devi provarlo assolutamente! Il link ti porterà in un luogo pieno di cose buone!! 33° ???????? aiutooo!
baci
Val.. provalo e poi fammi sapere! E'davvero un sapore molto particolare... :)

12:53 PM  
Blogger Vaniglia said...

Quanto adoro la blogsfera in questi istanti..non c'è un giorno che non ne scopra qualcuna di nuova! ^-^
Non l'avevo mai sentito e TI DIRò Gourmettina che mi pare proprio bòno, col pesto poi.. liguriaaaaaaaa! Senti ma se sento il profumo fin qua dici che son da neuro??? ;-P
Anche te ne sai una più del TAVOLO!
Nehhhhh??!
Bacinbacetti

1:03 PM  
Blogger Lalla said...

gnam gnam
che profumo che arriva da questo blog.... buonissimoooo
baci lalla

1:53 PM  
Blogger Dolcetto said...

Adoro i testaroli! Credo siano simili ai panigacci: c'è un ragazzo di origini toscane nella nostra compagnia e qualche volta, passando per la sua regione, ci siamo fermati in un posto dove fanno solo panigacci: con gli affetati come antipasto, con il pesto ed il ragù come primo, con formaggi vari come secondo e con la nutella come dolce...
Sono buonissimi!!!
Brava gourmet, sei sempre una buongustaia!

2:53 PM  
Blogger simoele said...

mangiati di recente, li adoro! hanno quel profumo di pane un po' abbrustolito... li hai mai provati a fare impastandoli tu? non è difficile per nulla, e il risultato ottimo! brava davvero, ottimo suggerimento!

4:26 PM  
Blogger vittorio said...

datemi una granita...!
sto morendo di caldo...cara sandra posta una ricetta glaciale :-)

4:50 PM  
Blogger Gourmet said...

Vaniglia.. gourmettina mi piace assai!! :) Aria ( calda) di novità in qs giorni! E saranno sempre di più!! Sei un vera sagoma,cara! :o) bacioni
lalla... non oso immaginare in quel di messina la temperatura... oso chidederti i gradi di oggi?? posso? :) baci
Dolcetto.. se vuoi panigacci e testarolo puoi sempre andare alla sagra.. hai letto le note nel post? :)
Simoele o Adina..mannaggia mi ci perdo sempre! Proverò, ma con questo caldo preferisco rovarlo pronto il testarolo!
bises

4:57 PM  
Blogger Gourmet said...

Uppsssss...Vittorio!! :)
prossimamente una bella granita alla sicula! :)

4:58 PM  
Blogger silvia said...

eh già, l'italia è veramente un paradiso enogastronomico...tutto da scoprire.
....a presto,
silvia

5:28 PM  
Blogger k said...

Gourmet!!!! anch'io voglio la granita! di mandorle, please, magari macchiata al caffè!
aspetto la ricetta :PPP
baci

5:42 PM  
Blogger Gourmet said...

Silvia! Verissimo... ;) come si sta in sicilia?? Li è davvero un altro bel paradiso!
K... prossimamente,vedrai vedrai! Ti chiamo!
baci

5:52 PM  
Blogger Blog&Wine said...

brava, brava Gourmet... piatto arcaico i testaroli, mi hai proprio ispirato, ne parlo in apposito post qui:
http://blogewine.blogspot.com/2007/07/archeopane-dallinjera-ai-testaroli.html
Naturalmente citandola cara Sandra... ;-)
A presto!!!

M.

3:06 PM  

Posta un commento

<< Home

  • © Untoccodizenzero:chi è interessato a riprodurre testi o foto da questo sito è pregato di chiedere esplicita autorizzazione scritta all'autrice,Sandra Salerno
  • Page copy protected against web site content infringement by Copyscape