martedì, gennaio 30, 2007

Identità golose 2007...

I.G.2007:Ciccio SultanoI.G.2007: Il maestro Ferran Adrià

Due facce di una stessa medaglia,quelle che vediamo fotografate qui sopra... E sono le facce che ho ritrovato lunedì, giusto un anno dopo a Identità Golose, il congresso di cucina d'autore organizzato da Paolo Marchi, arrivato alla sua terza edizione...
Non mi dilungherò troppo sulle disquisizioni relative alla cucina d'autore, (in rete troverete resoconti più che dettagliati) ma volevo solo farvi partecipi delle sensazioni che questa giornata ha suscitato in me... anzi alle due giornate, se conto anche la presentazione al pubblico di domenica sera, a Palazzo Mezzanotte..

4 immagini per te4 immagini per te

Purtroppo il traffico in autostrada non ci ha permesso di arrivare abbastanza in tempo per poter assistere all'inizio dei lavori e alla premiazione degli chef , ma l'evolversi della serata mi ha regalato dei bei momenti di riflessione, dandomi la possibilità di discutere di temi molto interessanti quali l'ecologia,il territorio,passando per i vini e la cucina cosidetta creativa....
Lo so possono essere argomenti abbastanza scontati, ma il bello è che la discussione si è protratta per tutta la cena, consumata in una Osteria milanese... in compagnia di due chef stellati, una giovanissima produttrice a dir poco grandiosa e un regista altrettanto bravo e competente... e da lì è partito il mio pensiero, che ha continuato a girarmi per la testa tutta la notte (dicevano che il sonno porta consiglio!) e per la giornata di lunedì....

I.G.2007 Ciccio Sultano

Lo scorso anno sono arrivata a Milano carica di aspettative e curiosità, e ho cercato di assorbire tutti gli interventi della giornata.... (rimando al post del gennaio 06).
Quest'anno sono partita da Torino con le stesse aspettative,ma strada facendo, grazie anche alle chiacchere della cena in osteria e a quello che abbiamo mangiato, di colpo ho cambiato i miei pensieri e analizzato un pò di più seriamente quello che stavo per andare ad ascoltare...

I.G. 2007:Chi è??

Si scrive ,si parla, si straparla di cucina, nei blog, nei forum di cucina... c'è un'esplosione ( o forse un implosione) di gourmet su tv e giornali, ormai cibo è moda ( quante serate ha dedicato Vespa all'argomento??) e anche le vecchie trattorie o osterie che una volta ti proponevano una cucina semplice ( pasta e fagioli) si inventano piatti di cucina creativa, stravolgendo il gusto e la vista dei clienti... un esempio su tutti... domenica sera in osteria ho ordinato un carrè di agnello con chips di patate e spuma di lavanda( ???) e mi hanno portato sì l'agnello, ma avvolto in una schiuma che pareva sapone per i piatti... :-(

I.G.2007:carrellata di prodotti

E da qui ( da quell'agnello) è iniziato il nostro discorso:chef a confronto con un piatto che poteva essere sublime nella sua semplicità.. ma che è stato rovinato con la trasfomazione a creativo, dettata da schemi "superiori", forzata da una richiesta che ormai stravolge tutto, dimenticando di percorrere una strada che è tanto breve quanto semplice..
Ma dove sta il limite alle capacità??Chi pone dei limiti?? Anche nel mitico baruccio dei tramezzini troveremo gomma xantana di Adrià??
E a proposito.. quest'anno il maestro si è distinto per la semplicità dei temi esposti... ;-) controcorrente???

N.B:io non sono assolutamente all'altezza per criticare o discutere di cucine d'autore;amo cucinare, mangiare,fare partecipi amici, divertirmi a postare ricette ( mie e no), gite e degustazioni enogastronomiche.. ma il mio "compito" sul blog finisce lì!!
Ma forse non la pensano tutti così, e i "predicatori del gusto" iniziano ad abbondare,non solo in tv! A Milano ne ho incontrato più di uno...

I.G.2007:La Variante Sultano

Qui chiudo...

Per il resto è stata una giornata molto interessante per il numero di produttori conosciuti e dei quali vi parlerò molto presto.. ho un pò di delizie da provare.. cose semplici e genuine..olio, miele,capperi...

Un caro saluto e un abbraccio( in ordine sparso) a: Lorenzo,Samantha,Mita,Ciccio,Vincenzo,Arianna,Nicola,Pietro,Gabrio,
Fabio,Amleto,Andrea,Daniele!!

17 Comments:

Anonymous Anonimo said...

Per caso sai dove posso trovare il film di Vincenzo Cascone?
Grazie e complimenti per il blog,molto interessante!
Roberta

6:04 PM  
Blogger Gourmet said...

Grazie Roberta!!
Il film di Vincenzo sarà presentato domani a I.G nella Sala delle Grida.. :-D E se mantine il range dei fimati che ha prodotto per il sultano sarà certamente fanstastico!
Ti conviene contattare la segreteria del congresso per info più dettagliate..
Se nei prossimi giorni ci sarà qualche news in proposito ti farò sapere!!
Buona serata!

6:12 PM  
Blogger muccapazza28 said...

....chi è quello sfigato con la bocca piena?
Sembra che si diverta mentre si ingozza....

Mucca

6:49 PM  
Blogger Alessandro Franceschini said...

Sto seguendo il congresso per la prima volta semplicemente con la voglia di ascoltare un mondo che conosco poco, o probabilmente non bene come voi. Tanta carne al fuoco, sin troppa forse (dopo due giornate sono abbastanza stravolto dalla mole di materiale, e dire che ho quasi sempre soggiornato in una sola sala). Per ora il bilancio è più che positivo per me. Sono stato in parte in compagnia di un mio amico chef in questi due giorni, ed i suoi sguardi, la mole di appunti che prende, i suoi commenti, mi fanno capire che per lui è come essere nel paese delle meraviglie. Mi piacerebbe poter pensare all'esistenza di qualcosa del genere (come formula) anche nel mondo del vino, per avere l'espressione serena e contenta che ho visto nel mio amico chef, ma magari esiste e non la conosco.
Saluti. Ale

7:19 PM  
Anonymous lorenzo@pianogrillo.it said...

Ciao Sandra, grazie a te.
Il film di Ciccio potete chiederlo a me, se siete blogger vediamo come fare.
Pontefici del gusto? Bocciati.
Siamo rimasti solo noi a prenderci in giro, gli altri tutti seri...:-)))
Evviva la fronda...
Ca irà!!!
Mucca ho messo una tua litografia a colori sopra il mio letto.

7:26 PM  
Blogger Elisa said...

Sandra, molto bello questo resocondo e peccato non essere stata a cena con voi...ma in che osteria siete stati? Io odio le schiumette, mi fanno impressione! E sono pure molto banale visto che piuà di ogni cosa adoro i piatti tipici.

Non sono d'accordo su una cosa: sul "compito" del blog che resta circoscritto.
Il blog è un tuo spazio, quello a cui confidi le tue impressioni, le tue emozioni come un tempo si faceva con il diario segreto. Qui non c'è nulla di segreto e il bello è la condivisione delle idee. In quanto esseri sociali, il nostro ruolo oggi trova un'estensione anche nel blog: dire qui certe cose è come dirle al ristorante, ad una conferenza...in quanto esseri siamo tutti imperfetti, non esistono verità assolute, ma solo idee da scambiare, da approvare o rigettare.

Brava ;)

11:06 PM  
Blogger muccapazza28 said...

Sandra,
ti sei dimenticata il nostro caffè allo stand Lavazza. Ovvero, come ritrovarsi davanti al bancone scansando una massa di riluttanti e soprattutto quando ho preso la comanda del caffè della signora alle nostre spalle. Quando la Sig.ra ha esclamato: “Lei è davvero una persona gentile” Non ho saputo resistere, mi son girato e le ho detto: “Signora, che Dio la benedica, solitamente scrivono l’inverso su di me”.
Cmq, non ho mai riso così tanto come in questa edizione, l’anno prossimo per par condicio mi sparo due giorni in vena, uno sul braccio sinistro, l’altro sul destro.

Mucca

2:21 AM  
Blogger Gourmet said...

**Mucca e "one man show"david??? Che dire??? Da registrare!! Il prossimo anno si va attrezzati come j.bond, con telecamere e ammennicoli vari... :)
°Alessandro, ciao e benvenuto.Il mio è stato uno "sfogo" del momento, ma ripeto non ho la preparazione per giudicare.Sono felice che ti stia divertendo!! Di carne al fuoco c'è nè molta!:)Buon congresso!
***Lorenzo!:) aspettiamo di vedere il film di vincenzo...mi dispiace non poter essere presente oggi!E prossimamente a torino,mi raccomando!
p.s.io ho già trasformato le foto in 4 serigrafie all a.warhol!
@Elisa... ;-D Sono d'accordo,e le mie riflessioni sono state spinte anche dalle cose successe in qs giorni, e tu sai a cosa mi riferisco! Ho condiviso con voi le mie sensazioni e mi fa piacere discuterne,poter avere anche la vostra opinione!! Che ne dici se fondiamo un bel blog sul pepe?? ;-DDD il carattere non ci manca,no?
Buona giornata a tutti!

8:54 AM  
Anonymous ape said...

un mondo incantato il tuo, mi piace e mi piaci...that's it!

11:04 AM  
Blogger il maiale ubriaco said...

Sono d'accordo con Elisa.
E con te...il Maiale proprio per questo invita alla riflessione sulla "semplicità". La buona tavola è convivialità. Non senza eccezzioni, chiaro. Molto interessante quello che scrivi. A presto. Ste-

4:07 PM  
Blogger il maiale ubriaco said...

ooooops....mi è scappata una z di troppo....:-)

4:08 PM  
Blogger Gourmet said...

*Ape.. mi fai arrossir!!! ;-D baciotti
@ maiale.. grazie anche a te.Anche il maestro ferran sta tornando in qualche senso alla base!;-D
siete eccezzziunali!!! ;-)

4:22 PM  
Anonymous caponatina said...

Ciao!complimenti per il blog e lo stile! ma...chi è quel ragazzo col maglioncino, badge e sguardo sorridente,,,mi pare una faccia nota...aiutami! buon lavoro cap

5:17 PM  
Blogger Elisa said...

Sandrina, il carattere non ci manca, il tempo si' e il nostro e` preziosissimo.

Quando leggo commenti di gente superficiale che giudica senza sapere e via email mi apostrofa con: "matta", "psicopatica", "squilibrata", "polemica", "antipatica" e bambina di 10 anni (questi ultimi due sono zollette di zucchero rispetto al fiele di cui sopra)...solo perche', sai, "Anche per me l'onestà conta più di tutto, ma che vuoi farci, anche la simpatia ha il suo peso"...beh, mi fa ridimensionare quello che puo' essere il mio impegno.

Peccato non abitare nella stessa citta' altrimenti, invece, di sprecare il tempo a scrivere, potremmo farne di cose divertenti e costruttive, ma qualche occasione per vedersi ci sara' sempre, come abbiamo gia' fatto.

Baciotti

Elisa


P.S. la smaltiremo, non preoccuparti, ma che serva da lezione a noi che viviamo di sogni e idealismi.

8:12 PM  
Anonymous Roberto Tiriani said...

Ah Elisa, come ti capisco... Qui sul web mi è capitato spesso di trovare gente che lancia il sasso e nasconde la mano, che tira freciate senza dire che cosa sta dicendo, con la scusa di "io non giuuudicooo le persoooneee". Ho un'età in cui i bisticcetti da scuola elementare, i mugugnetti sostenuti da circolo di cucito, mi fanno orticaria. Mi piace piuttosto chi dà la sua idea sulle cose, bella chiara, anche impopolare, prendendo posizione e dicendo le cose come stanno.

Da quando anch'io faccio così, mi godo a pieno i profumi della vita, che a parte i sogni e gli idealismi sono la cosa più bella che possiamo avere (insieme ai sapori certo! ;-))

ciao

10:01 AM  
Anonymous arianna said...

cara sandra,
sono tornata anch'io proprio un attimo fa e dopo essere passata a vedere come stanno i vigneti eccomi seduta. hai proprio ragione, penso all'osteria e all'agnello...un puro sforzo di cucina rinnovata, proprio in luogo dove ancora le senti tra le mura le tradizioni e il desiderio di ricerca vero che ora è sparito da qualche anno. me ne sono proprio accorta con il vino....avvisto immediatamente all'entrata quella bottiglia messa in piedi sullo scaffale più alto di TREBBIANO VALENTINI...chiedo...annata 1991. Affare fatto! man man vado scoprendo e mi accorgo che nella carta i vini più interessanti si fermano solo a vecchie annate. Scendendo in cantina idem.. conseguenza di una testa mutata all'inizio degli anni novanta.. un brusco cambiamento verso l'omologazione e la "non Ricerca"...ma perchè accade questo? lo stacco è netto!
penso che il tirar troppo la corda prima o poi stancherà tanto. E' un gioco che ricadrà su chi lo pratica sia dentro le cucine che dentro le cantine.
Ti mando un abbraccio anch'io forte e siciliano.
arianna
arianna@agricolaocchipinti.it

p.s. la variante sultano è una scorcio di Sicilia unico, un viaggio tra i meandri e i pensieri più semplici di una terra che ha nella sua compenetrazione di popoli differenti il risultato di una tradizione forte, pura, a tratti portata avanti a tutti costi, ma per altri versi volutamente nascosta nei suoi lati più forti quando questi rappresentano legami eccessivi a una terra che ci lega a se continuamente e dalla quale non sempre è facile uscirne fuori. Proprio per i suoi opposti così forti è una unica, mistica...con una sola parola MAGICA.

7:22 PM  
Blogger Gourmet said...

*Arianna, che piacere leggerti, e sono felice che tu abbia capito e condiviso il mio pensiero.. sono stata molto bene con voi e la serata ha suscitato in me emozioni contrastanti. Mi auguor di poter rivedere molto presto sia te che ciccio e il caro lorenzo.C'è un compleanno in ballo, ti ricordi??
un abbraccio carico di affetto e sicilia anche a te!
°°Elisa!! La smaltiremo, si!!! Anno nuovo, vita nuova, nooo???!!! bacioni
*Roebrto, benvenuto!! Sono contenta che tu abbia trovato persone vere, che la pensano come te e non si nascondono dopo aver lanciato la pietra! spero di rileggerti presto..

10:06 PM  

Posta un commento

<< Home

  • © Untoccodizenzero:chi è interessato a riprodurre testi o foto da questo sito è pregato di chiedere esplicita autorizzazione scritta all'autrice,Sandra Salerno
  • Page copy protected against web site content infringement by Copyscape