mercoledì, gennaio 10, 2007

Arrosto al Rioja




















A casa nostra si consuma poca carne... se dobbiamo scegliere optiamo per un buon pesce al forno o dei crostacei.. ma ogni tanto rob si ribella e mi chiede un pò di carne.. come dirgli di no??
E così durante la settimana di vacanza trascorsa in tutto relax a casa, abbiamo fatto un giro dal nostro macellaio di fiducia e abbiamo acquistato un pò di buoni prodotti.. Nicola mica vende solo carne!!!
























Per la ricetta dell'arrosto ho modificato leggermente la solita base di aromi e ho aggiunto chiodi di garofano,scorza di limone e un pò di timo... hanno reso il sapore della carne un pò più fresco...e la cottura al forno con il vino lo ha mantenuto molto morbido...

Le carni piemontesi acquistate da Nicola sono tracciate... su ogni scontrino troverete la razza, il sesso,la data di nascita e il luogo d'allevamento.. Il tutto per rassicurare il consumatore sulla provenienza della carne, la sua qualità.. La tracciabilità è indispensabile per riconoscere la carne..Questa è la filosofia de l'associazione la granda, presidio Slow Food della razza Piemontese...
Dopo mucca pazza le cose sono cambiate,in meglio...

Arrosto agli aromiTracciatura della carne

boccia ( carne da arrosto) grammi 700 circa -presidio Slow Food razza Piemontese-Allevamento Gerbotto Ugo
aglio 3 spicchi
cipolla 1
sedano 2 gambi
carota 1
alloro 2 foglie
salvia 3/4 foglie
timo 1 cucchiaino (2,4 ml)
chiodi di garofano 2
scorze di limone 3
vino rioja riserva 3 dl
olio e.v. di oliva ligure Abbo q.b.
sale q.b.
pepe q.b.

Tagliate tutte le verdure a cubetti... salate e pepate la carne, scaldate in una casseruola di rame -o in una pentola adatta alla cottura in forno - 3 cucchiai di olio e.v. di oliva e "sigillate" l'arrosto a fuoco vivo per un paio di minuti ( la cottura a fuoco alto per pochi minuti,fa si che la carne non perda gli umori, seccandosi troppo)...Versate lentamente il vino, aggiungete le verdure e le spezie.. lasciate insaporire per qualche minuto... infornate a 180° per circa 30 minuti... ( di tanto in tanto controllate la cottura)...
Passate al setaccio il fondo di cottura ...
Tagliate a fette l'arrosto..scaldate i piatti, adagiatevi due/tre fette di carne.. guarnite con un cucchiaio di fondo di cottura ben caldo e qualche raviolo del plin al burro...o con una morbida purea aromatizzata con un pizzico di noce moscata e cannella..
Link:
-macelleria Nicola
Via Nizza 79
011/6505767

-associazione la granda

6 Comments:

Anonymous lilli said...

mmmm...sento il profumo
mi sa che la dieta dura poco :)

11:09 AM  
Blogger il maiale ubriaco said...

che donna!! quando scrivi questi articoli sogno ad occhi aperti...davvero un bell'aspetto l'arrosto...sai che io l'ho bevuto il Marques del Puerto??
Buono!

Re

12:45 PM  
Anonymous Francesca said...

anche a casa mia succede la stessa cosa che capita a voi: molto pesce fresco a discapito della carne, che ne cuciniamo pochissima, anche perchè non ho trovato un macellaio di fiducia e vicino casa!
Quando ho letto il titolo e poi ho visto la prima foto non capivo, all'inzio si vedono solamente i ravioli, poi ho visto l'arrosto nella teglia e ho ricollegato il tutto. Mi sa proprio di buono slurp!:-p

2:31 PM  
Blogger ape said...

..vista la tua cultura culinaria, mi vergogno un pò a chiedertelo, ma c'è un meme gastronomico da ape ideato, che ti potrebbe piacere...

6:56 PM  
Blogger sediciaprile said...

mmm che buono questo arrosto..pensa che io parto da Genova e vengo a comprare la carne in Piemonte, secondo me è la migliore. Complimenti per il sito e le ricettine tutte bellissime. Barbara

5:30 PM  
Blogger Gourmet said...

:-@ lilli..la prossima volta,con le baguette!! baci
*maialetto!! buono anche il vino...:)e grazie dei complimenti... :D
°Francesca..vedo che non siamo gli unici a non mangiare la carne!
°Ape.. si fa si fa!! Buona serata!
°Barbara:grazie, sei carina! E ti do ragione.. la carne piemontese non ha pari!A presto!

11:49 PM  

Posta un commento

<< Home

  • © Untoccodizenzero:chi è interessato a riprodurre testi o foto da questo sito è pregato di chiedere esplicita autorizzazione scritta all'autrice,Sandra Salerno
  • Page copy protected against web site content infringement by Copyscape